lunedì 20 marzo 2017

Patate Saltate con Speck Alto Adige IGP, Pere Caramellate e Saba di Pere. Esperimenti vintage.

La ricetta del mio salvacena preferito risale più o meno a vent'anni fa e fa parte di una raccolta di preparazioni che ho riscoperto solo di recente e della quale spesso vi ho parlato.
Nella primissima versione, patate e speck erano accompagnati da profumatissimi pomodori secchi e da una spolverata di origano.
Una versione dal tocco mediterraneo e deliziosa quanto quella più recente, che ho pensato di arricchire con pere caramellate e Saba di Pere.
Preparate porzioni abbondanti o potreste trovarvi nelle condizioni di dover difendere strenuamente la vostra.

Buona settimana!

Maria Grazia



Le patate. Versatili e preziose.

Se qualche contrattempo vi ha impedito di fare la spesa e realizzate poco prima di preparare la cena che il vostro frigo è pressoché vuoto, le patate (che sicuramente avrete in dispensa) si riveleranno come sempre provvidenziali.
Per questo piatto, è bene utilizzare patate a pasta gialla e soda, ottime anche per la frittura e per la cottura in forno.
Per crocchette, purè o gnocchi, le più adatte sono invece le patate a pasta bianca e farinosa. 
Quelle rosse si utilizzano come quelle a pasta gialla che però si conservano più a lungo.
Le patate contengono vitamina C (g 19,7 mg in 100 g), ma affinché non vada perduta è bene cuocerle con la buccia e, preferibilmente, al vapore.
Le fibre sono presenti sia nella polpa che nella buccia.
Questi tuberi ci regalano anche ferro, fosforo, magnesio ed una discreta dose di potassio che aiuta a limitare i danni provocati da un'eccessiva assunzione di sale.
Le patate vanno conservate in un luogo al riparo dalla luce, fresco ed asciutto.
E' bene che siano tenute lontano dalle mele, frutti che favoriscono la germogliazione.








Patate e Speck



Patate Saltate con Speck Alto Adige IGP, 
Pere Caramellate e Saba di Pere



Ingredienti
(per due persone)

350 g di patate a pasta gialla
70 g di speck Alto Adige IGP
1 pera Abate
2 cucchiaini di zucchero grezzo di canna
1 cucchiaio d'acqua
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale









Per eliminare eventuali residui di terriccio, strofinare le patate con una spazzolina sotto acqua fredda corrente.
Trasferirle in una casseruola, coperte con acqua fredda e, quando questa giungerà ad ebollizione cuocerle per non più di 7/8 minuti.
Scolare le patate, lasciarle raffreddare. Senza sbucciarle, tagliarle a fette sottili. 
Sbucciare la pera, tagliarla a metà, poi a quarti ed infine a cubetti. 
Trasferire i dadini di frutta in un pentolino dal fondo antiaderente e far caramellare con un cucchiaio d'acqua e due cucchiaini di zucchero di canna.
Nel frattempo, tagliare lo speck a striscioline larghe, ungere un tegame a fondo antiaderente con l'olio extravergine di oliva e saltarvi il salume per qualche secondo.
Eliminare delicatamente la buccia dalle fette di patate ed unirle allo speck. 
Cuocere per circa 10 minuti, mescolando regolarmente con delicatezza. 
Far saltare per qualche secondo gli ingredienti, unire qualche goccia di Saba biologica di Pere e servire subito.


giovedì 9 marzo 2017

Coconut Cake con Chips di Cocco Tostate. Pregiudizi culinari.

Da bambina e per parte della mia gioventù, ho avuto una sorta di curioso pregiudizio nei confronti dei dolci al cocco.
Il loro profumo mi ricordava moltissimo quello intenso di alcune creme abbronzanti allora in commercio, il che non li rendeva molto invitanti.
Con il trascorrere del tempo, ho dovuto ricredermi ed il merito va in particolare ad una torta per la colazione che preparo ormai da qualche anno e che di recente ho pensato di arricchire con delle croccanti chips di cocco leggermente tostate. Una vera delizia! Altro che abbronzanti! :)

A presto!

Maria Grazia




Torta al Cocco e Yogurt





Coconut Cake con Chips di Cocco Tostate 




Ingredienti
(dosi per uno stampo tondo da 22 cm)


200 g di farina macinata a pietra speciale per dolci
120 g di farina di cocco biologica
200 g di zucchero grezzo di canna
125 g di yogurt bianco senza lattosio
120 ml di olio di semi di mais
30 ml di latte magro senza lattosio
3 uova medie
miele
1 bustina di lievito per dolci
chips di cocco biologico








Miscelare le farine e setacciarle. Trasferirle in una capiente ciotola ed unire lo zucchero di canna, lo yogurt bianco, l'olio di semi e le uova.
Amalgamare con cura utilizzando una frusta elettrica o a mano fino a quando il composto non sarà omogeneo e senza grumi. Unire il lievito e mescolare ancora.
Versare l'impasto nello stampo precedentemente imburrato ed infarinato, livellare bene la superficie ed introdurre la tortiera nel forno freddo.
Impostare la temperatura su 180° e cuocere per 40/45 minuti.
Nell'attesa, tostare leggermente e per pochi secondi le chips di cocco in un padellino dal fondo antiaderente (non perdere mai di vista la tostatura, in quanto i fiocchi di cocco tendono a bruciarsi rapidamente).
Una volta raffreddata la torta, con un pennello da cucina stendere uniformemente uno strato di miele sulla superficie del dolce e distribuirvi le chips di cocco tostate.