giovedì 23 febbraio 2017

Clafoutis Mignon con Mele e Speck per #Fruit24. Happy Fruit Hour!

Preziosa riserva di vitamine, fibre e sali minerali, frutta e verdura non sono solo quotidianamente presenti sulla mia tavola ma, grazie alla loro versatilità, sono spesso protagoniste di una merenda, di un dessert o di un allegro happy hour con gli amici, speso tra chiacchiere e stuzzichini.
Ed è dedicato proprio ad uno dei momenti più piacevoli della giornata la mia prima proposta per Fruit24, il progetto finanziato dall'Unione Europea con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, del Ministero della Salute e di Apo Conerpo .
Fruit24 suggerisce diverse modalità di consumo, semplici e veloci. Consumare frutta e verdura di stagione quotidianamente ed in diversi momenti nell'arco della giornata, può essere un modo per farsi del bene con gusto.
La mia prima proposta per Fruit24 si presenta sotto forma di piccoli e sofficissimi Clafoutis con Mele e Speck, la più recente versione di un antipasto che sono solita servire la sera di Natale.
Questi tortini sono perfetti da accompagnare ad un sano e rigenerante cocktail di sola frutta.

A presto!

Maria Grazia


Il Clafoutis

E' dolce, si prepara con le ciliegie ed è originaria di Limoges, in Francia, la variante classica di una intramontabile delizia della tradizione contadina d'oltralpe.




Clafoutis




Clafoutis Mignon con Mele e Speck


Ingredienti
(dosi per 8 clafoutis)


2 mele biologiche qualità Gala
1 cucchiaino abbondante di zucchero grezzo di canna
100 g di speck Alto Adige IGP in una sola fetta
45/50 g di farina di farro integrale biologica
2 uova biologiche
100 ml di panna fresca senza lattosio
150 ml di latte magro senza lattosio
50 g di pecorino Fiore Sardo grattugiato
20 g di pinoli
sale









Lavare e sbucciare le mele, tagliarle a cubetti, trasferirle in un pentolino dal fondo antiaderente e caramellarle per qualche minuto con un cucchiaino di zucchero grezzo di canna ed uno d'acqua.
In una padella dal fondo antiaderente, far tostare lo speck precedentemente tagliato a cubetti.
In un altro tegame, sempre dal fondo antiaderente, tostare velocemente i pinoli facendo attenzione a non bruciarli. 
Unire i cubetti di speck ed i pinoli tostati alle mele caramellate. Mescolare bene.
In una ciotola sbattere le uova insieme alla farina di farro integrale, unendo un po' alla volta il parmigiano grattugiato, la panna, il latte ed infine il sale.
Ungere ed infarinare otto piccoli stampini del diametro di 5/6 cm.
Distribuirvi il composto di mele, speck e pinoli, versare la pastella in ognuno di essi e cuocere i piccoli clafoutis in forno preriscaldato a 180° per circa mezz'ora.
Lasciar raffreddare i tortini in forno ed estrarli con delicatezza dagli stampini. 
Servire con fettine sottili di mela e stick di speck.












Fruit24. Farsi del bene con #gusto





mercoledì 15 febbraio 2017

Ciambella Sofficissima alla Zucca e Mandorle. E l'effetto che fa.

Sofficissima non rende l'idea. Questa ciambella è una delle torte più avvolgenti, morbide e buone che abbia mai mangiato.
Semplicemente sublime.
Sulla scia di uno dei miei tormentoni di stagione, ovvero la zucca, mancava all'appello il capolavoro che trovai anni fa tra le ricette del blog La Cuoca Dentro, una deliziosa torta preparata tante volte e mai pubblicata.
Circa una settimana fa, complice una giornata di pioggia incessante, avevo stilato un dettagliato programmino culinario degno di una Bree Van De Camp in stato di grazia e nel quale era stata inclusa questa meraviglia.
In pié di pagina, troverete la foto frettolosamente scattata alla ciambella ancora integra, prima che un' orda di barbari ne facesse vergognosamente incetta.
A testimonianza dell'effetto che fa la Ciambella alla Zucca e Mandorle, ecco le immagini di ciò che ne rimase prima dell'incursione di cui sopra. Immagini sui toni del blu, un colore che mi trasmette molta serenità e pace. Ed in questi casi ne ho proprio bisogno :)

A presto!

Maria Grazia





Ciambella alla Zucca e Mandorle





Ciambella Sofficissima alla Zucca e Mandorle
(la ricetta di riferimento è qui)


Ingredienti

250 g di zucca mantovana (già privata di scorza, semi e filamenti)*
100 ml di olio di semi
100 ml di latte scremato senza lattosio
4 uova biologiche piccole
200 g di farina speciale per dolci macinata a pietra
120 g di mandorle pelate tritate finemente
1 bustina di lievito per dolci
2 fialette di essenza di mandorla
la scorza grattugiata di una piccola arancia 

* La zucca mantovana è la più adatta per la realizzazione di questa torta.
   La sua polpa è compatta ed asciutta.












Tagliare la zucca (cruda) a tocchetti e trasferirla nel boccale del mixer insieme al latte e all'olio di semi e ridurla in purea.
Separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi a neve fermissima. 
Montare i rossi d'uovo insieme allo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. 
Unire la purea di zucca, l'essenza di mandorla e la scorza grattugiata dell'arancia ed amalgamare il composto con cura.
Miscelare le farine insieme al lievito e setacciarle poco alla volta sul composto, mescolando bene.
Unire le mandorle tritate finemente ed incorporare delicatamente gli albumi montati a neve, con movimenti dal basso verso l'alto.
Imburrare ed infarinare uno stampo per bundt cake del diametro di 20/24 cm. Versarvi il composto e livellare bene la superficie.
Introdurre lo stampo nel forno freddo e cuocere a 170° per circa 50 minuti.
A fine cottura, una volta spento il forno, aprire lo sportello lasciando una fessura di circa 5 cm e lasciar riposare la ciambella all'interno dell'elettrodomestico per circa 20 minuti.
Estrarre la torta e lasciarla raffreddare completamente su una gratella per dolci. 
Trasferirla su un piatto da portata o su una alzatina.
Prima di servirla, spolverizzarla con abbondante zucchero a velo.